Gli insegnanti e il futuro delle nostre democrazie. Giornata di studio con Philippe Meirieu a Verona

La rete nazionale di scuole permanente  – Polo Europeo della Conoscenza – I. C. Bosco Chiesanuova

www.europole.org

In collaborazione con il:

il 18 Ottobre 2023 

Palazzo della Granguardia – Verona

Organizza una giornata di studi in presenza aperto a tutti

(le registrazioni saranno pubblicate su questa pagina entro un mese dall’evento – non è previsto lo streaming)

Gli insegnanti e il futuro delle nostre democrazie. Philippe Meirieu

Video integrale della giornata. Si ringraziano Enrico Bottero, co-organizzatore dell’evento, Gennaro Pasquariello – regista, Il comune di Verona, nelle figure del Sindaco di Verona, Damiano Tommasi e l’assessore Elisa La Paglia ed i volontari dell’MCE

Philippe Meirieu è autore di numerosi libri tradotti in tutto il mondo. Ha insegnato in Francia in quasi tutti gli ordini di scuola, ha guidato molte ricerche sulla scuola e ha partecipato all’elaborazione di importanti riforme scolastiche nel suo Paese. Ha anche operato assiduamente nella formazione iniziale e in servizio degli insegnanti. È stato vicepresidente della Regione Rhône-Alpes con delega per la formazione permanente e l’avviamento al lavoro. Oggi è professore emerito di Scienze dell’Educazione all’Università Lumière Lyon II.  Tra i suoi libri tradotti in lingua italiana: Quale educazione per salvare la democrazia? (Armando, 2023); Una scuola per l’emancipazione (Armando, 2020); Pedagogia. Dai luoghi comuni ai concetti chiave (Aracne, 2018),  Fare la Scuola, fare scuola. Democrazia e pedagogia (Franco Angeli, 2015), I compiti a casa. Genitori, figli, insegnanti: a ciascuno il suo ruolo (Feltrinelli, 2013), Pedagogia. Il dovere di resistere (Edizioni del Rosone, 2013), Lettera agli adulti sui bambini di oggi (Junior, 2011), Frankenstein educatore (Junior, 2007)
«Oggi molti pensano ad un’educazione affidata completamente al digitale. Altri pensano che gli insegnanti debbano essere al servizio dei genitori, diventati ormai clienti della scuola. Altri ancora vogliono che gli insegnanti si propongano obiettivi legati solo all’economia. Ovunque in Europa gli insegnanti sono sempre più controllati, soggetti a protocolli standardizzati che dovrebbero applicare meccanicamente nei confronti degli alunni; sono sempre più valutati e spesso anche messi in concorrenza tra loro. La professione dell’insegnante perde così quella preziosa identità che la rende così essenziale allo sviluppo delle nostre società democratiche. Le sfide che abbiamo di fronte esigono che, contro questi movimenti, la professione dell’insegnante sia presa in considerazione nella sua dimensione specificamente umana, sia pedagogica che politica. L’insegnante non è solo un trasmettitore di saperi, è colui che guida ogni allievo a interiorizzare l’esigenza di precisione, esattezza e verità. È anche colui che, nel rispetto dei percorsi individuali, permette a tutti di condividere gli stessi saperi e di “fare società”. Il futuro delle nostre democrazie è dunque nelle loro mani. Ma oggi è ancora possibile esercitare questo ruolo? E se sì, come?» Philippe Meirieu

Mattino ore 08:30

Registrazione partecipanti a cura degli allievi  della scuola Alberghiera Luigi Carnacina di Bardolino

Mattino 9:00  –  10:30 

Nel salone Auditorium

Saluti dell’Assessora Politiche educative e scolastiche, Biblioteche, Edilizia scolastica, Salute e servizi di prossimità Comune di Verona  – Elisa la Paglia

Saluti del Dirigente Tecnico Ministero I. e M. – USR per il Veneto –  Laura Donà

Saluti del Dirigente Ufficio VII Ufficio territoriale Verona – Amelio Sebastian

Saluti del Dirigente Scolastico – Alessio Perpolli

Presentazione del coordinatore della rete Europole del progetto Horizon Europe – Let’s Care

Presentazione della giornata e di Philippe Meirieu – Enrico Bottero, Stefano Cobello

Conduttore dell’evento – Prof. Donato De Silvestri

—————————————————–

Intervento di Philippe Meirieu

A che cosa servono gli insegnanti?

Perché insegnanti? Gli insegnanti sono destinati a scomparire?

Gli insegnanti, sentinelle della democrazia

Dibattito – Traduzione dal francese in parallelo

—————————————————–

Non è previsto streaming. L’evento viene registrato e successivamente reso disponibile.

10:30 – 11:00

Nella sala buvette

                 Coffee Break

Preparato e servito dagli allievi della Scuola Alberghiera IPSAR “Luigi Carnacina” di Bardolino

11:30 – 12:30 

Nel salone Auditorium

        Continuazione dibattito

Enrico Bottero:

L’insegnante costruttore della democrazia

12:30 – 14:00 

Nella sala buvette

                      Buffet

Preparato e servito dagli allievi della Scuola Alberghiera IPSAR “Luigi Carnacina” di Bardolino

Pomeriggio 14:30  17:00

I partecipanti dovranno scegliere un gruppo di lavoro.

I gruppi di lavoro saranno seguiti da un team di insegnanti che operano con la pedagogia Freinet.

               Gruppi di lavoro:

Gruppo 1)

  • Il digitale; Il ruolo del digitale nelle scuole e nella società
  • Salone Polifunzionale 2 piano

Gruppo 2)

  • Foyer atrio entrata auditorium  
  • Scuola come istituzione oppure scuola come servizio a domanda?
  • I rapporti con i genitori 
  • Sala Primo Piano

Gruppo 3)

  • La libertà pedagogica; Spazi di libertà e di azione dell’insegnante

E Gruppo  4)

  • I fondamenti delle cultura della scuola in un mondo globalizzato 
  • Auditorium

Pomeriggio 17:00  18:00

Un rappresentate per gruppo di lavoro esporrà i lavori svolti e le discussioni avvenute.

Conclusioni di Philippe Meirieu

Il corso è valido ai fini della formazione degli insegnanti e sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Il corso si configura come formazione ed essendo organizzato da soggetto qualificato per l’aggiornamento (DM 08/06/2005) può essere autorizzato ai sensi degli artt. 64 e 67 CCNL 2006/2009 del Comparto Scuola con esonero dal servizio e con sostituzione ai sensi della normativa sulle supplenze brevi.

Discover more from Let's Care project's HUB

Subscribe now to keep reading and get access to the full archive.

Continue reading

Scroll to Top